ARCHIVIO STORICO ANNO 1984

i tesserati maschili i tesserati femminili
graduatorie 1984

Dopo due soli anni di proficua collaborazione il binomio UTAL Pont-Donnaz si scinde a causa delle difficoltà economiche a cui è andata incontro la ditta di Collegno; così torniamo ad essere l'U.S. Pont-Donnaz o meglio l'U.S. Pont-Donnas (adeguando la denominazione sociale all'esatta toponomastica del paese valdostano), società che deve reggersi con le sue sole forze senza poter disporre dell'aiuto economico di uno sponsor.
Anche il 1984 può considerarsi un anno di transizione, ma si incominciano ad intravedere alcuni buoni risultati a livello di squadra allieve. Nel campionato di società riservato a questa categoria riscontriamo il risultato migliore (quarto posto nella classifica regionale e undicesimo in quella interregionale).
Da segnalare ancora a livello assoluto i brillanti risultati di Silvia Gamba nel salto in alto e nell'eptathlon dove rispettivamente con 1.77 e con 4.095 punti realizza i nuovi record valdostani.
Risultati molto soddisfacenti anche nella categoria allieve per merito di Fiorella Vairos che ottiene un quarto posto nel lancio del disco ai campionati italiani allieve con l'ottima prestazione di 34.70, di Marisa Gradizzi che registra un 58"0 sui 400 m (tempo che resterà per molto record valdostano assoluto), di Cristina Ratto che supera i 3200 punti nell'esathlon e i 5.27 nel lungo, di Loredana Dujany che salta 1.56 ed infine di Stefania Paoloni che scaglia il peso (3 kg) a 11.01.
Fra i ragazzi è una buona stagione per il mezzofondo, soprattutto per merito di Moreno Gradizzi che, dopo una positiva stagione invernale culminata con gli ottimi risultati nelle corse campestri, migliora il proprio limite sui 5.000 m con 14'33"9 e nei 1.500 m con 3'54"1. Positivi ancora Italo Quilico (5.000 in 14'56"8) e lo juniores Mauro Gianoglio (5.000 in 15'17"1).
Da segnalare a livello assoluto i brillanti risultati di Piero Challancin nel decathlon (6155 punti) e nel salto in alto con 2.07.