Stagione 2018

commenta commenta notizia
Segnala su Facebook

7 ott
2018

I nostri cadetti ai campionati italiani di Rieti

Rieti 6 e 7 ottobre. In questa due giorni dei campionati italiani cadetti di Rieti le nuvole e la pioggia hanno fatto da padroni, ma a scaldare i nostri cuori ci hanno pensato i nostri cadetti che sono scesi in pista e sulle pedane con determinazione e voglia di ben figurare. Tutti hanno dato davvero il massimo e si può tranquillamente dire che l'ottimo lavoro svolto dal nostro tecnico Nicole Rat ha dato i suoi frutti al momento giusto. Quindi il primo ringraziamento va doverosamente rivolto proprio a Nicole che con passione e competenza segue il nostro gruppo Cadetti.
Ma veniamo ai protagonisti di questa due giorni e partiamo da Denise Isabel la sorpresa di questa stagione. Denise si presentava nella gara di alto con un accredito di 1.50 e a Rieti porta a casa il nuovo personale di 1.56 ed il miglior piazzamento degli atleti valdostani, un nono posto davvero di prestigio. Piccolo rammarico non essere riuscita a salire sul podio delle migliori otto solo per un maggior numero di errori alle misure inferiori. Tuttavia torna a casa con la consapevolezza di valere già misure più importanti.
Altra atleta a portare a casa il primato personale è Serena Vaser che sotto la pioggia è stata capace di limare altri due decimi al suo fresco primato sugli 80 ostacoli, un 13.13 ottenuto con grinta e volontà non senza qualche errore tecnico di troppo che sicuramente lascia intendere grandi possibilità di miglioramento.
Ottima 16ª posizione conquistata invece da Martina Turino nella gara di giavellotto. Rimane un pizzico di rammarico per un possibile passaggio in finale che pareva alla sua portata. Il risultato finale di 28.22 non rende giustizia all'impegno e grinta che distinguono sempre Martina.
Restando nel settore lanci, prima esperienza di carattere nazionale per Sofia Zoppo Ronzero e Gloria Levi impegnate rispettivamente nel martello e nel disco. Sofia al primo anno di categoria ha pagato un po’ l'emozione un po’ le pessime condizioni atmosferiche e dopo due nulli riesce a piazzare una misura utile alla squadra anche se inferiore al suo primato personale. Più a suo agio in pedana è apparsa Gloria che si è espressa sui suoi livelli dimostrando di saper reggere bene la pressione affrontando l'impegno sempre col sorriso sulle labbra.
Un discorso a parte merita Gaia Giussani. Il suo avvicinamento a questa gara è stato complicato da problemi fisici di varia natura che non le hanno permesso di allenarsi come si doveva e che hanno minato le sue sicurezze impedendole di esprimersi al meglio nella gara di triplo. In pedana ha però dimostrato coraggio e determinazione riuscendo a chiudere due salti su tre. Per lei ora la priorità sarà quella di risolvere quei problemi, archiviare la piccola delusione e ripartire con entusiasmo e voglia di far bene nella prossima stagione.
Nella rappresentativa maschile avevamo schierati Diego Yon e Rhémy Jeantet.
Diego è per tutti i nostri cadetti un esempio da seguire. Allenarsi in solitaria per le specialità di mezzofondo non è cosa semplice e richiede una notevole forza di volontà. Se poi si ottiene il primato personale proprio nella gara clou della stagione nulla si può chiedere di più. Diego ha corso in 2.54.04 classificandosi al 20 posto. Osservazioni su un approccio tattico un po' conservativo le lasciamo nel cassetto.
Nella gara di lungo era infine impegnato Rhémy, atleta con grosse capacità di auto-motivazione, sempre positivo ed ambizioso. Nella gara di Rieti non è riuscito a bissare la prestazione ottenuta ad Alessandria (6.02) ma ha comunque saltato la sua terza misura di sempre. Qualche imprecisione tecnica in fase rincorsa non gli ha consentito di raccogliere un risultato migliore, ma resta il 18 posto finale.
Un pensiero finale va a Davide Vinante che si era conquistato sul campo il diritto di essere presente a Rieti, ma che si è seriamente infortunato soli sette giorni fa. Non ci resta che augurare a lui, ma anche a tutti i nostri cadetti una stagione 2019 ricca di soddisfazioni.

*** tutte le foto ***

autore: Cristina Ratto

commenta commenta notizia

Commenti:

il 07/10/2018 - pondo ha scritto:
Ribadisco, se ce ne fosse bisogno, l’apprezzamento nei confronti di Nicole, così come continuo a evidenziare il grande lavoro che svolgono tutti i nostri tecnici: Nadia, Paolo, Cristina, Luminita, Marina, Roberto e Valentina. Grande soddisfazione per i risultati di questo bel gruppo, risultati che non sono soltanto legati alla prestazione, ma che sono l’obiettivo che ci poniamo da sempre: crescere attraverso lo sport, trasferendo l’esperienza sportiva alla vita quotidiana, cercando di migliorare l’organizzazione del proprio tempo, di programmare i propri impegni, di saper gestire le emozioni e di cercare di raggiungere gli obiettivi. Magari non sempre si riesce, così come capita di non riuscire ad ottenere il risultato desiderato. Nello sport si vince e si perde, ma così come la vittoria non deve creare effimere illusioni, la sconfitta non è un dramma, ma un punto da cui ripartire con rinnovato impegno. Il traguardo che si deve raggiungere è cercare di migliorare sé stessi nello sport, come nella vita.

vedi tutte le news del 2018

indietro

In evidenza

Classifica GrandPrix Esordienti

-  30/09/2018
classifica finale

classifica

Classifica GrandPrix Ragazzi e Cadetti

-  30/09/2018
classifica finale

classifica