Stagione 2019

commenta commenta notizia
Segnala su Facebook

30 apr
2019

Iniziato il Grand Prix Ragazzi e Cadetti

Aosta 28 aprile. Dopo le categorie esordienti inizia il gran Prix anche per le categorie ragazzi e cadetti al campo Tesolin di Aosta.
Per la categoria ragazzi Enea Zoppo Ronzero e Amedeo Iorio prendono parte al triathlon composto da quadruplo, vortex e 600 m, realizzando i propri primati personali in quasi tutte le specialità e piazzandosi rispettivamente al 4^ e 7^ posto della classifica finale.
Per la categoria cadetti registriamo un bel 2^ posto nella classifica finale di giornata per Alessandro Caldara che ha preso parte al salto in alto e ai 100hs realizzando i propri primati personali, e un 8^ posto di Alessio Turino che partecipa unicamente ai 1000 m, facendo registrare però un ottimo progresso con più di 10 secondi di miglioramento e ottenendo il minimo B per il criterium cadetti.
Più nutrita la pattuglia delle cadette con un 5^ posto nella classifica finale per Silvia Paris (1000 m e lancio del disco con primato personale), un 10^ posto per Francesca Bastrentaz (1000 e salto in alto, entrambi record personali), un 13^ posto per Sara Ed Dandaoui (1000 m con primato personale) e infine un 16^ posto per Fabienne Brunod (80 hs con primato personale).
A fare da contorno al gran Prix erano in programma gare per le categorie assolute.
Da registrare il bel progresso di Alexander Garbinato sui 110hs che, con oltre un secondo di miglioramento, ha conseguito anche il minimo per partecipare ai campionati italiani di categoria che si svolgeranno a giugno ad Agropoli.
Diego Yon e Camilla Villanese hanno preso parte alla gara degli 800 m e Rhemy Jeantet, Serena Vaser, Aurora Bisone e Fabiana Mastrangelo ai 400 m.
Per tutti loro era la prima esperienza sulla distanza, primato personale per tutti, tuttavia con maggiore esperienza i margini di miglioramento sono ampi.
Gloria Levi riesce a superare per la prima volta i 20 m nel lancio del disco. Infine Martina Turino nel lancio del disco e Denise Isabel nel salto in alto non riescono a riscrivere i propri limiti, tuttavia fanno esperienza per le prossime gare.

autore: Nicole Rat

commenta commenta notizia

vedi tutte le news del 2019

indietro