Stagione 2015

commenta commenta notizia
Segnala su Facebook

13 giu
2015

Campionati italiani Junior e promesse

Rieti 13 giugno. La partecipazione a questa manifestazione è già un buon successo per coloro che ne acquisiscono il diritto, dopodiché per riuscire a ottenere un risultato di prestigio dipende da molti fattori (qualità tecniche, livello di preparazione, stato di forma, ecc.) che, francamente, i nostri atleti non erano forse in grado di esprimere.
Claire Challancin, Alessia Annovazzi e Simone Bottan hanno tuttavia onorato l’impegno, cercando di dare il meglio di sè e concludono onorevolmente questa loro esperienza.
Claire chiude al 18° posto nella classifica del salto triplo junior con la misura di 10.90. Per lei resta la soddisfazione di aver preso parte a tutte le edizioni dei campionati italiani outdoor (allieve nel 2012 e 2013 e juniores nel 2014 e 2015) e questo è stato sicuramente il suo unico traguardo sportivo, considerando che il suo vero obiettivo è rivolto a concludere brillantemente gli studi superiori per trasferirsi negli Stati Uniti dove cercherà (e troverà, ne siamo sicuri) ottimi successi negli studi universitari e nella successiva carriera di lavoro.
Alessia è stata la miglior piazzata della nostra pattuglia: 10ª nel salto con l’asta promesse con la misura di 3.20. Anche lei sempre presente a tutte le edizioni dei campionati italiani (allieve nel 2010 e 2011, junior nel 2012 e 2013 e promesse nel 2014 e 2015), si è espressa sui suoi livelli ‘normali’, tenendo in debita considerazione che gli impegni universitari non le consentono un lavoro di preparazione maggiormente accurato.
Simone era alla sua prima esperienza in un campionato italiano su una gara singola (escludendo le presenze ai campionati di decathlon che sono tutt’altra cosa) ed ha concluso al 16° posto sui 400 ostacoli promesse con il tempo di 55”49.
Abbiamo potuto veder solo una parte della sua gara in streaming, poi l’inquadratura lo ha ignorato e ci siamo persi circa 150m dove non sappiamo cosa sia successo, perché, fino ai 200m la sua azione ci era sembrata efficace.
Probabilmente avrà commesso qualche errore di ritmica che comunque non compromettono le sue qualità che restano sicuramente ottime e che avrà modo di far emergere in tempi brevi, grazie alla sua grande volontà.

autore: Hermes Perotto

commenta commenta notizia

vedi tutte le news del 2015

indietro

In evidenza

Meeting regionale di Ferragosto +1

Meeting regionale di Ferragosto +1
DONNAS  16/08/2020
meeting regionale C-A-J-P-S

dispositivo